NBA Magazine Italia ® | Il grande spettacolo dell'NBA

Vendor: LPI Exam Code: 101-400 & Exam Name: LPI Level 1 Exam 101, Junior Level Linux Certification, Part 1 of 2 Version: DemoDEMO

QUESTION 1 What can the Logical Volume Manager (LVM) be used for? (Choose THREE correct answers.) A. To create RAID 9 arrays. B. To dynamically change the size of logical volumes. C. To encrypt logical volumes. D. To create snapshots. E. To dynamically create or delete logical volumes. Correct Answer: BDE

QUESTION 2 Which of the following environment https://www.pass4itsure.com/300-101.html variables overrides or extends the list of directories holding shared libraries? A. LD_LOAD_PATH B. LD_LIB_PATH C. LD_LIBRARY_PATH D. LD_SHARE_PATH E. LD_RUN_PATH Correct Answer: C

QUESTION 3 In Bash, inserting 1>&2 after a command redirects A. standard error to standard input. B. standard input to standard error. C. standard output to standard error. D. standard error to standard output. E. standard output to standard input. Correct Answer: C

QUESTION 4 Which of the following commands kills the process with the PID 123 but allows the process to "clean up" before exiting? A. kill -PIPE 123 B. kill -KILL 123 C. kill -STOP 123 D. kill -TERM 123 Correct Answer: D

QUESTION 5 Which of the following characters can be combined with a separator string in order to read from the current input source until the separator string, which is on a separate line and without any trailing spaces, is reached? A. << B. <| C. !< D. &

QUESTION 6 What is the effect of the egrep command when the -v option is used? A. It enables color to highlight matching parts. B. It only outputs non-matching lines. C. It shows the command's version information. D. It changes the output order showing the   last matching line first. Correct Answer: B

QUESTION 7 Which grep command will print only the lines that do not end with a / in the file foo? A. grep '/$' foo B. grep '/#' foo C. grep -v '/$' foo D. grep -v '/#' foo Correct Answer: C

QUESTION 8 Which of the following shell redirections will write standard output and standard error output to a file named filename? A. 2>&1 >filename B. >filename 2>&1 C. 1>&2>filename D. >>filename E. 1&2>filename Correct Answer: B

QUESTION 9 Which of the following commands will print the https://www.ciscodemoguide.com/ last 10 lines of a text file to the standard output? A. cat -n 10 filename B. dump -n 10 filename C. head -n 10 filename D. tail -n 10 filename Correct Answer: D

QUESTION 10 Which of the following commands prints all files and directories within the /tmp directory or its subdirectories which are also owned by the user root? (Choose TWO correct answers.) A. find /tmp -uid root -print B. find -path /tmp -uid root C. find /tmp -user root -print D. find /tmp -user root E. find -path /tmp -user root print Correct Answer: CD

QUESTION 11 After moving data to a new filesystem, how can the former path of the data be kept intact in order to avoid reconfiguration of existing applications? (Choose TWO correct answers.) A. By creating an ACL redirection from the old to the new path of the data. B. By creating a hard link from the old to the new path of the data. C. By creating a symbolic link from the old to the new path of the data. D. By running the command touch on the old path. E. By mounting the new filesystem on the original path of the data. Correct Answer: CE

QUESTION 12 Which of the following settings for umask ensures that new files have the default permissions -rw-r----- ? A. 0017 B. 0640 C. 0038 D. 0027 Correct Answer: D

QUESTION 13 Which of the following commands changes the number of days before the ext3 filesystem on /dev/sda1 has to run through a full filesystem https://www.braindump4it.com check while booting? A. tune2fs -d 200 /dev/sda1 B. tune2fs -c 200 /dev/sda1 C. tune2fs -i 200 /dev/sda1 D. tune2fs -n 200 /dev/sda1 E. tune2fs --days 200 /dev/sda1 Correct Answer: C

QUESTION 14 Which of the following commands creates an ext3 filesystem on /dev/sdb1? (Choose TWO correct answers.) A. /sbin/mke2fs -j /dev/sdb1 B. /sbin/mkfs -t ext3 /dev/sdb1 C. /sbin/mkfs -c ext3 /dev/sdb1 D. /sbin/mke3fs -j /dev/sdb1 Correct Answer: AB

QUESTION 15 What is the purpose of the Filesystem Hierarchy Standard? A. It is a security model used to ensure files are organized according to their permissions and accessibility. B. It provides unified tools to create, maintain and manage multiple filesystems in a common way. C. It defines a common internal structure of inodes for all compliant filesystems. D. It is a distribution neutral description of locations of files and directories. Correct Answer: D

QUESTION 16 Which of the following commands can be used to display the inode number of a given file?A. inode B. ls C. ln D. cp Correct Answer: B

QUESTION 17 Which file in the proc filesystem lists parameters passed from the bootloader to the kernel? (Specify the file name only without any path.) Correct Answer: cmdline

QUESTION 18 Which option to the yum command will update the entire system? (Specify ONLY the option name without any additional parameters.) Correct Answer: update

QUESTION 19 Which command displays a list of all background tasks running in the current shell? (Specify ONLY the command without any path or parameters.) Correct Answer: jobs

QUESTION 20 Which umask value will result in the 210-250 dumps default access permissions of 600 (rw-------) for files and 700 (rwx------) for directories? (Specify only the numerical umask value.) Correct Answer: 0077

Pdf - No.1 MCSA 070-462 Exam Code - Franz-Peter ... 210-060 70-243 300-101 CCNP Routing and Switching ROUTE300-101Implementing Cisco IP Routing 300-320 itexamcoursesWe want to make purchasing Windows/Ofice Product Keys as easy and convenient as possible. http://www.productkeysale.com cheap windows 10 key http://www.productkeysale.com http://www.mmkey.net cheap windows 10 key
Mercato NBA

Trade Pelicans-Kings…diamo i numeri

Sembra un qualsiasi lunedì mattina, order uno dei soliti stupidi lunedì che rompono la quiete del week end, healing un lunedì che viene al risveglio di una nottata in cui c’ha fatto compagnia un sempre più soporifero All Star game.
Tutti, healing controllando le nostre fonti di informazione sul mondo NBA, ci siamo imbattuti nella vera BOMBA di questo mercato NBA: Demarcus Cousins saluta la California e i Sacramento Kings per accasarsi in Lousiana, ai New Orleans Pelicans, alla corte di Anthony Davis.

I due lunghi più forti della lega (e sfido chiunque a negare la cosa) giocheranno insieme formando una nuova versione delle Twin Towers di “spursiana” memoria.

Come ogni volta che un All Star cambia casacca tutti gli appassionati del mondo iniziano a fantasticare sulle eventuali trade alternative che avrebbero potuto includere i giocatori coinvolti, migliori di quella realmente accaduta.
E ancor di più si inizia a giudicare la trade valutandola più o meno conveniente per l’una o l’altra squadra.

Spesso però gli appassionati dimenticano, o non conoscono, le regole ferree che regnano nel mondo NBA e codificano il mercato degli scambi.
Senza addentrarci troppo nello specifico, e rivolgendoci anche a chi è totalmente allo scuro di queste regole possiamo semplificare le principali così:
– in nba ogni scambio tra giocatori implica che questi giocatori si portino dietro il proprio contratto, ancorchè firmato con un’altra squadra, nella nuova squadra di destinazione.
ogni squadra nba ha un Salary cap: un tetto massimo di spesa alla somma dei contratti dei singoli giocatori (esistono eccezioni, regole per sforare il cap, che vanno analizzate nello specifico e in diversa sede)
-ogni scambio fra squadre che sono a ridosso o sopra il cap deve, quindi, tener conto di questo massimo di spesa, in modo tale che si possa scambiare un contratto solo con contratti di egual, o simile, valore ( un giocatore che guadagna 10 può essere scambiato solo con un contratto da 10 o con una serie di contratti che sommino 10). Squadre che stazionano sotto il cap in modo considerevole possono invece assorbire contratti superiori a quelli ceduti fino al limite ( se il cap è 100 e la mia somma è 90, posso scambiare un giocatore da 10 con uno, o una serie, da 20).

Inoltre ogni valutazione sugli scambi necessita di tener conto delle situazioni future che questo scambio genera:
-la dimensione del Salary cap negli anni successivi;
-i giocatori in scadenza di contratto (un giocatore col contratto in scadenza da alla sua squadra minor potere contrattuale in una trade, visto che questo, allo scadere, può cambiare squadra senza far ricevere in cambio nessun giocatore al suo team precedente);
-i free agent negli anni successivi.

Andiamo quindi ad analizzare contrattualmente la trade di questa notte:
I Sacramento kings acquisiscono i contratti di Buddy Hield, Tyreke Evans, Langston Galloway, la prima scelta dei Pelicans del 2017 (protetta nel caso fosse tra le prime tre), e la seconda scelta dei Philadelphia 76ers del 2017
I New Orleans Pelicans acquisiscono in cambio i contratti di Demarcus Cousins and Omri Casspi.

Nello specifico ecco i contratti dei giocatori coinvolti, e il loro andamento salariale nel futuro:
(in verde le Player Option: un opzione a vantaggio del giocatore per interrompere il contratto rinunciando all’ultimo anno;
in blu le Team Option: un opzione a vantaggio della squadra per interrompere il contratto un anno prima della scadenza).

Analizziamo per prima la situazione dei Kings, la squadra che cede l’asset maggiore: questi, dopo anni su cui si è puntati su DMC come uomo franchigia (non mettendogli giocatori validi intorno e scambiando Isaiah Thomas, unica mossa al draft giusta e fortunosa di questi anni) hanno ottenuto, dal 2010 ad oggi, queste vittorie stagionali: 24, 22, 28, 28, 29, 33 e, per quest’anno, 34/35 in proiezione rispetto a quelle già giocate, non andando mai ai Play off, ma non andando abbastanza male da ottenere buone posizioni ai draft.

C’è da aggiungere che, come possiamo vedere dalla grafica, il contratto di Cousins è in scadenza nel 2018, il che rendeva questa sessione di mercato l’ultima nella quale i Kings potessero ottenere qualcosa di consistente.
Se quindi la scelta di scambiare il proprio leader, e inziare un processo di ricostruzione, può sembrare la scelta giusta, analizzando gli asset ottenuti in cambio si possono avere dei dubbi:

-Hield è un prospetto che ancora non ha mostrato nella lega il potenziale che aveva espresso in NCAA, ma ha un contratto poco oneroso e quindi non incide sul payroll;
(ps: pare che il proprietario dei Kings, Vivek Ranadine, abbia una grande considerazione su di lui e grandi aspettative sul suo futuro

twit
-Evans (altra scelta al draft di Kings, poi scambiato per incompatibilità tecnica con Cousins e per un crollo di rendimento dopo l’anno da rookie, dato anche da una serie di infortuni, che non s’è arrestata nel proseguo della carriera) è un comprimario con un contratto da 10 milioni in scadenza quest’anno, con buone prove può guadagnarsi la riconferma o liberare spazio per una ricostruzione;

-Galloway un buon mestierante con un contratto che potrebbe far cessare lui stesso se dovesse decidere, a fine anno, di cercar un ingaggio più remunerativo.
Ecco quindi come cambia la situazione salariale generale presente e futura dei kings:

kings pre

Si passa da un monte ingaggi di 96milioni e mezzo di dollari, con un salary cap di 94 milioni per l’anno in corso, ad un salario post trade di 95 milioni e mezzo: una riduzione di un solo milione per l’anno in corso che però, nel 2017/2018 porta ad una riduzione del monte ingaggi di oltre 10 milioni, arrivando appunto, nell’anno successivo, ad una sommatoria ingaggi pari a quasi 76 milioni per 13 giocatori, di cui 3 con player option, che possono appunto scegliere di lasciare la squadra, liberando ulteriori 26 milioni, abbattendo il totale a 50 milioni per 10 giocatori.
Con le previsioni della NBA che danno il salary cap del 2017/2018 a 102 milioni, si può facilmente calcolare che i kings hanno dai 26 ai 52 milioni disponibili nella prossima Free agency.

kings post

Ma passiamo a quelli che sono, oggettivamente (se non accadono cataclismi e se la scelta non si traduce in un misto tra Michael Jordan e Wilt Chamberlain) i beneficiari di questa trade: i New Orleans Pelicans.

Diamo subito un occhiata al loro payroll pre-trade:

pelicans pre

Possiamo immediatamente notare che, già con 100 milioni di payroll, New Orleans si trovava in una situazione che limitava l’accesso al mercato dei free agent (se non con eccezioni o al minimo salariale) visto che la cifra è superiore al limite del cap fissato a 93.
L’anno prossimo però i Pelicans si sarebbero trovati con tanti giocatori in scadenza, tra cui Evans e Holiday, che liberavano circa 20 milioni, portando il cap a poco più di 78 con, con le previsioni del Salary cap a 102, circa 25 milioni da spendere.

C’erano pochi dubbi sulla volontà dei pelicans di rifermare Holiday che, viste le cifre che ballano a seguito del nuovo contratto televisivo e all’impennata del salary cap, sembra plausibile ambisca ad un quinquennale da almeno 90 milioni, lasciando quindi poco meno di 10 milioni per operare tra i free agent e cercare di accaparrarsi un giocatore per portare Davis a poter competere per il titolo: cosa oggettivamente impossibile.

Ecco però come cambia la situazione salariale dei Pelicans con questo scambio:

pelicans post

Con Cousins e Casspi sotto contratto il monte ingaggi aumenta di 1 milione per quest’anno, e di circa 9 milioni per l’anno successivo.
L’aggiunta di un top player come Cousins è costata quindi, per l’anno prossimo, circa 9 milioni sul totale, ed ecco che con quei 9 milioni che avanzavano nella situazione pre trade, che non avrebbe permesso alla dirigenza Pelicans di trovare un All star nella free agency, con questa mossa invece bastano.
L’anno successivo c’è sempre Holiday da rifirmare ( che può ambire ad un quinquennale da 167 milioni ) ma che magari accontentandosi di meno può lasciare lo spazio per la firma di una guardia tra i free agent 2017: uno tra J.J Reddick, Kyle Korver o Nick Young sembra fatto apposta per giocare sugli scarichi dei due lunghi.

Ma, a questo punto, con Davis e Cousins sotto le plance, sembra facile immaginare che molti top free agent potrebbero essere interessati ad unirsi ai Pelicans anche a cifre inferiori di quelle che potrebbero guadagnare altrove  erché interessati a vincere.
(Rifirmare per il team per il quale si giocava permette ad un giocatore, grazie all’utilizzo dei Bird Right, di guadagnare di più rispetto a chi cambia squadra, un premio alla fedeltà, che si quantifica nella possibilità di firmare per massimo 5 anni con un aumento percentuale annuo del 7,5%, rispetto ad un pluriennale di 4 anni con aumento del 4,5% nel caso di cambio di casacca).

La lista dei free agent disponibili nell’estate 2017 vede diversi nome di spicco:

migliori free agent

Prendiamo ad esempio Chris Paul nell’ eventualità che decidesse di usare la sua Early Termination Option e quindi di interrompere il suo contratto con i Clippers con un anno di anticipo per sondare il mercato dei free agent.
Si troverebbe in questa situazione: scegliere di rifirmare per i Clippers un quinquennale da 208 milioni circa o firmare per un’altra squadra un quadriennale da 155 milioni.
Una coppia come Demarcus e Anthony  e la possibilità di conquistarsi l’ambito anello sono buone ragioni per lasciare 55 milioni sul piatto?

 

Clicca per commentare

Qual è il tuo parere?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

buy college essays online